Ceccano – Promozione / L’undici di Carlini tarpa all’inglese le ali dell’Anitrella

 Stretta di mano Ceccano e Anitrella
(Sopra, la stretta di mano al centro del campo; in evidenza,
i festeggiamenti dopo uno dei due gol che hanno deciso la partita) 
Ceccano (2): Micheli, Bignani (88’ Rotondi), Vitti Marco, Celenza, Cestra, Adamo Matteo, Federico, Lillo (56’ Bucciarelli), Pompili, Simone, Consalvo (70’ Protani). A disposizione: Pietropaoli, Carlini, Vitti Manuel, Incitti, Mercante. Allenatore: Mirco Carlini
Anitrella (0). Fiorini, Piccirilli, Rizzuto, Pagnani (57’ Bruni), Lombardi (57’ Adamo Andrea), Mancini, Pescosolido (81’ Belli), Mastroianni, Prisco (81’ Chirtes), Francazi, Promutico. Allenatore: Antonio Gaeta
Arbitro: Matteo Mazzieri di Viterbo Assistenti: Alessandro Samà (Roma 2), Tiziano Notarangelo (Cassino)
Marcatori: 12′ e 54′ Federico (C)
Note: ammoniti: Micheli (Ceccano), Adamo Andrea (Anitrella); espulsi Francazi (Anitrella) e Pompili (Ceccano) per proteste.
CECCANO – L’undici di Mirco Carlini supera all’inglese anche l’Anitrella e si prepara al big match di domenica prossima, quando al Popolla arriverà il Cos Latina, compagine appaiata ai rossoblù a quota 50 punti.  I ragazzi di Carlini partivano forte, e, al 5’ Federico e Adamo duettavano al limite dell’area, con
quest’ultimo che si portava alla conclusione. Tiro potente, ma Fiorini era attento e bravo a respingere. Al 12’ Bignani lasciava sul posto Piccirilli e s’involava sulla sinistra. Arrivato sul fondo scodellava la palla al centro sulla quale arrivava Federico, il quale, con l’interno sinistro trovava l’angolo basso alla destra del portiere e sbloccava il risultato.  Dopo il vantaggio il Ceccano abbassava il ritmo e il baricentro.e, al 25’ l’arbitro Mazzieri decretava un rigore molto discusso dalla panchina rossoblù, che lamentava un fallo a proprio favore. Sul dischetto andava Prisco il quale sbagliava, calciando forte oltre la traversa. 44’: Francazi imprecava a pochi passi dall’arbitro che lo espelleva, lasciando gli ospiti in dieci uomini.
Nella ripresa il Ceccano ripartiva innestando le marce alte, alla ricerca del raddoppio. che giungeva puntuale come un orologio svizzero al 54’. Christian Federico riceveva palla sul settore di destra, rientrava verso il centro del campo e, dai 20 metri, lasciava partire un gran sinistro che non lasciava scampo a Fiorini. Nel secondo tempo, potendo contare sul doppio vantaggio e dell’uomo in più, il Ceccano gestiva le forze e dosava i ritmi di gioco. Non mancavano le occasioni per i ragazzi di Carlini i quali, però, non riuscivano a calare il tris in campo.All’89’ si registrava tuttavia un’espulsione pesante per i padroni di casa. Dopo un fallo fischiato dall’arbitro, Pompili esagerava con le proteste e Mazzieri mostrava anche a lui il cartellino rosso.
Vittoria comunque convincente per il Ceccano, che avrà una settimana di tempo per preparare lo scontro diretto al vertice di domenica prossima, per continuare a far valere la legge del Popolla.
Gilberto Farina
Direttore de: Sora e Dintorni; soraaedintorni.it
Fonte: Valentino Bettinelli – Ufficio Stampa – Asd Ceccano calcio 1920

Potrebbe piacerti anche...

Lascia un commento